Solco Imola presenta il servizio della cooperativa sociale Solco Salute: “Diversamente So Apprendere”

Vi presentiamo oggi “Diversamente So Apprenderenuovo servizio rivolto ai disturbi specifici dell’apprendimento (Disgrafia, discalculia, dislessia, disortografia) conattività di:

1 Sostegno alle famiglie

2 Consulenza scolastica

3 Supporto ai compiti

4 Strategie per il metodo di studio

5 Visite mediche specialistiche

Durante l’incontro sono intervenuti l’Amministratore Delegato del Consorzio Solco Imola  per la Cooperativa Sociale Solco Salute Simonetta Gaddoni, lo psicologo Alberto Martini e l’educatrice professionale Chiara Cantoni

Il servizio sarà attivo tutto l’anno e ha l’obiettivo di supportare i bambini e le bambine con disturbi specifici dell’apprendimento attraverso le attività di supporto ai compiti scolastici e determinazione del metodo di studio individualizzato presso la sede del Consorzio Solco Imola in Via Villa Clelia 76, supporto alle famiglie e ai minori, valutazione psico-diagnostica delle difficoltà di apprendimento, formazione specifica rivolta agli insegnanti.

Inoltre, la collaborazione con il Poliambulatorio Castellano sito in Via Mazzini 15 a Castel San Pietro Terme, consente di avvalersi, in un’ottica di lavoro integrato fra professionisti, di medici specialisti per approfondire tematiche particolari che possono essere connesse al disturbo specifico dell’apprendimento: il Dott. Giuseppe Muraca specialista in oftalmologia per l’analisi della funzione visiva in età evolutiva, visita ortottica e il Dott. Lamberto Reggiani per visita specialistica pediatrica e visita otorinolaringoiatrica con esame uditivo.

Chiunque avesse una difficoltà di questo tipo potrà contattare il servizio “Diversamente So Apprendere” al numero 3466792964 dalle 14 alle 18 dal lunedì al venerdì oppure inviando una mail a dsa@solcosalute.it

L’idea del servizio è nata perché gli operatori sul campo che lavorano quotidianamente con i bambini hanno pensato ad un modo per aumentare la loro autostima e il loro modo di relazionarsi con gli altri che spesso con l’insorgere di questi disturbi diventa più problematico.

In particolare spiega Alberto Martini: “Questi bambini si sentono diversi e non adeguati e spesso questi disturbi dell’apprendimento ricadono sulla loro autostima provocando difficoltà nella gestione del rapporto con i compagni e gli insegnanti, i bambini tendono così a sviluppare forme d’ansia importanti con un aggravamento anche del loro apprendimento. Si crea così un circolo vizioso, un vortice che rende i bambini sempre più frustrati”.

Interviene poi Chiara Cantoni: “Quello che crediamo con questo servizio è che con il metodo di studio adeguato, non solo aiutiamo i bambini ad avere migliori risultati scolastici ma anche a sentirsi efficaci e questo rende i bambini maggiormente autonomi, più sicuri e il senso di autorealizzazione ottenuto li porta poi a percepirsi come gli altri. Anzi in certi momenti quando prevale il senso di riuscita anche la motivazione rispetto agli studi e a continuarli aumenta ed è un ottimo antidoto alla piaga della dispersione scolastica. Infatti, non c’è solo un problema di ricaduta rispetto all’autostima, ma c’è anche l’acquisizione di un metodo di studio, che li rende capaci di apprendere e di conseguire i risultati scolastici attesi. Questi bambini di solito hanno buone capacità intellettive ma per stimolarle devono apprendere un metodo di studio differente che le valorizzi”.

 

Leave a reply